BOOGIE WOOGIE: L’ARTE CIVILE DI RENATO GUTTUSO

a cura di Rosa Araneo visualizza la scheda redattrice Sebbene Boogie Woogie (1953) di Renato Guttuso appaia inizialmente come una semplice satira sull’astrazione geometrica, un’analisi più attenta del lavoro rivela una critica molto più pungente della cultura italiana del dopoguerra.  Si ha voglia di leggerezza e in un seminterrato di Roma, un gruppo di giovani balla sulle note dellaContinua a leggere “BOOGIE WOOGIE: L’ARTE CIVILE DI RENATO GUTTUSO”

Automat di Edward Hopper: la poetica della solitudine

Automat è un dipinto del 1927 del pittore americano Edward Hopper, che si trova al Des Moines Art Center, in Iowa (USA). L’artista nasce a Nyack il 22 luglio del 1882 in una famiglia borghese. Viene incoraggiato fin da bambino a leggere, studiare arte e disegnare. Egli sogna di diventare architetto, ma si guadagna daContinua a leggere “Automat di Edward Hopper: la poetica della solitudine”

Un dipinto da mangiare: la Vucciria di Renato Guttuso

«Non è una immagine e neppure una serie di immagini. È una sintesi di elementi oggettivi, definibili, di code e persone: una grande natura morta con in mezzo un cunicolo entro cui la gente scorre e si incontra». Così commentava Renato Guttuso, bagherese e artista che nel 1974 dipinse La Vucciria, opera ancora oggi espostaContinua a leggere “Un dipinto da mangiare: la Vucciria di Renato Guttuso”

Colazione sull’erba: Manet, fra realismo e libertà

La Colazione sull’erba è uno straordinario olio su tela, realizzato nel 1863 da Edouard Manet (Parigi, 23 Gennaio 1832 – Parigi, 30 Aprile 1883), ed attualmente custodito presso il museo d’Orsay di Parigi.  Il dipinto sembra raffigurare una mattinata tranquilla nei pressi di una radura costeggiata dalla Senna, ove i tre personaggi principali hanno consumatoContinua a leggere “Colazione sull’erba: Manet, fra realismo e libertà”