Filippo Brunelleschi: dalla disfatta del Battistero all’impresa della Cupola

Sfumata la commissione delle nuove porte bronzee del battistero fiorentino bandito dal concorso del 1401, Filippo Brunelleschi si prefissò l’obiettivo di voler perfezionare la sua cifra stilistica e per farlo, andò a Roma, definita all’epoca ‘’la culla delle Arti’’. Lì, il Brunelleschi, come raccontò il suo biografo Antonio Manetti, «…nel guardare le scolture, come quelloContinua a leggere “Filippo Brunelleschi: dalla disfatta del Battistero all’impresa della Cupola”