MIETITORI: COME GAUGUIN RAPPRESENTA LA CLASSE LAVORATRICE

L’immagine poetica dell’artista che osserva i campi e dipinge en plein air è un must per gli impressionisti e i post-impressionisti. In pochi tra questi lo hanno fatto raffigurando dei lavoratori immersi nella loro vita quotidiana con una dolcezza quasi onirica come Paul Gauguin, che noi associamo istintivamente agli scenari polineasiani. Gauguin nel 1889 rappresentaContinua a leggere “MIETITORI: COME GAUGUIN RAPPRESENTA LA CLASSE LAVORATRICE”

PALA DI SAN ZENO: LA MERAVIGLIA DI ANDREA MANTEGNA A VERONA

Il più delle volte i dipinti del Rinascimento ci lasciano a bocca aperta per la loro bellezza. Ma è possibile provare un senso di attranzione ancora maggiore quando visitiamo un istituto di cultura o un luogo religioso? A nostro avviso, ciò può accadere ammirando trittici formati da singole opere che composte in un unico insiemeContinua a leggere “PALA DI SAN ZENO: LA MERAVIGLIA DI ANDREA MANTEGNA A VERONA”

IL MISTERO DEL PAESAGGIO SCOPERTO SOTTO UN DIPINTO DI MODIGLIANI

Lo scorso anno, in seguito alle celebrazioni per il centenario della morte del grande artista livornese Amedeo Modigliani, sono state intensificate molte ricerce e analisi su alcuni suoi dipinti. In particolare, la conservatrice del Museo della città francese di Lilla LaM, Marie-Amélie Senot, ha messo a nudo alcune scoperte su un quadro conservato nel medesimoContinua a leggere “IL MISTERO DEL PAESAGGIO SCOPERTO SOTTO UN DIPINTO DI MODIGLIANI”

SANSONE VITTORIOSO DI GUIDO RENI: ESPRESSIONE DEL CLASSICISMO

Nasceva a Bologna il 4 novembre 1575 Guido Reni, uno dei più grandi artisti della storia dell’arte.  Il Sansone Vittorioso (1611 – 1612) è probabilmente la sua opera più famosa: qui l’eroe biblico, dopo aver sterminato da solo mille filistei, è preso da una gran sete e allora lascia cadere la mascella d’asino che avevaContinua a leggere “SANSONE VITTORIOSO DI GUIDO RENI: ESPRESSIONE DEL CLASSICISMO”

OLTRE LA TELA: LA TERRAZZA DEL CAFFÈ LA SERA DI VAN GOGH

Vincent Van Gogh è considerato uno dei più grandi artisti di sempre. Fu un pittore estremamente sensibile ed un uomo tormentato dal malessere psichico che si manifestava con violenti attacchi di panico e vivide allucinazioni.  Nacque a Zundert, in Olanda, nel 1853 ma la sua vita fu legata, in particolare, alla Francia e a treContinua a leggere “OLTRE LA TELA: LA TERRAZZA DEL CAFFÈ LA SERA DI VAN GOGH”

NUDO BLU, LA FEMMINILITÀ UNICOLORE DI PICASSO

Picasso ci ha abituati a pensare comunemente alle forme come a dei cubi uniti a mo’ di tasselli. Non sono escluse da questa considerazione anche molte figure femminili che egli raffigurò: fra tutte la Donna che piange o le più famose ”modelle” dell’artista nell’opera intitolata Les demoseilles d’Avignon. Ma mettendo da parte la fase cubista,Continua a leggere “NUDO BLU, LA FEMMINILITÀ UNICOLORE DI PICASSO”

IL GIARDINO DI MONET A GIVERNY: SCORCIO RAFFINATO DELL’IMPRESSIONISMO

L’impressionismo fu in un certo senso inventato da Monet, o per lo meno reso noto da lui, dato che con il suo dipinto Impressione, levar del sole del 1872 creò scalpore negli ambienti dei Salon parigini del tempo. E dal nome di quella tela, non a caso, deriva l’appellativo di tutta la corrente artistica. InContinua a leggere “IL GIARDINO DI MONET A GIVERNY: SCORCIO RAFFINATO DELL’IMPRESSIONISMO”

I RITRATTI MASCHERATI DI VOLKER HERMES

Pensate che Volker Hermes sia un autore del’700 o dell’800? E invece no! Si tratta di un artista contemporaneo noto per la raffigurazione di soggetti con il volto coperto, ripescati da opere pre-esistenti. Sicuramente in molti hanno trovato un’analogia con il fatto che queste opere siano diventate note soprattutto con l’avvento della pandemia Covid 19;Continua a leggere “I RITRATTI MASCHERATI DI VOLKER HERMES”

VECCHIO CHITARRISTA CIECO: L’EMBLEMA DEL PERIODO BLU DI PICASSO

Quante volte avrete sentito parlare del periodo blu? Chissà com’è nata questa tendenza di Pablo Picasso nel dipingere i propri lavori in questa tonalità… Forse egli vedeva il mondo di quel colore, oppure, molto più probabilmente voleva enfatizzare ancor di più il gelo che sentiva dentro di se e che intendeva mostrare nei propri quadri.Continua a leggere “VECCHIO CHITARRISTA CIECO: L’EMBLEMA DEL PERIODO BLU DI PICASSO”

LORENZO LOTTO: UN ANGELO BIRICCHINO ED INSOLENTE NELL’ARTE (VENERE E CUPIDO)

“Solo, senza fidel governo et molto inquieto nella mente” Così si definì Lorenzo Lotto nel suo testamento. Parole significative a suggello di un’esistenza trascorsa spesso solo, irrequieto ed isolato. Era nato a Venezia dove si era formato pittore. Tuttavia, era stato troppo difficile per lui restare in città tanto si sentiva schiacciato dal peso dellaContinua a leggere “LORENZO LOTTO: UN ANGELO BIRICCHINO ED INSOLENTE NELL’ARTE (VENERE E CUPIDO)”