IL BAGNO AD ASNIERES DI SEURAT: CAPOLAVORO DEL NEOIMPRESSIONISMO FRANCESE

a cura di Alessia Amato

Visualizza la scheda redattrice

All’età di 25 anni, Georges Seurat padre del puntinismo – divisionismo dipinse tra il 1883 ed il 1885 il Bagno ad Asnières conservata alla National Gallery di Londra dal 1961. Una scelta sociale distante dai luoghi così cari agli impressionisti. La sua preparazione fu molto laboriosa: fu realizzato in studio, sulla base di diversi disegni tracciati uno ad uno dal vivo. Il tema è ricorrente nella pittura della seconda metà dell’Ottocento e mostra lo svago dei parigini lungo le rive della Senna. 

Seurat aveva l’abitudine di far precedere le proprie opere da un altissimo numero di lavori preparatori. Egli, infatti, considerava la pittura come applicazione e dimostrazione di teorie derivate da moderni studi sulla scomposizione della luce e dall’analisi dei principi compositivi di natura geometrica. 

Il Bagno ad Asnières e la Grande Jatte di Seurat - Arte Svelata
Particolare del dipinto.
  1. È una splendida domenica di sole, l’acqua è fresca e l’erba è morbida in questa tela sul cui sfondo riconosciamo la periferia di Clichy, con le ciminiere moderne ed un ponte ferroviario sullo sfondo. In primo piano un gruppo di uomini, probabilmente operai, si stanno rilassando in riva al fiume. Uno di essi, al centro del dipinto, si è tolto tutti i vestiti e, rimasto in costume, si è seduto sulla sponda del corso d’acqua con le gambe in ammollo. Un altro è già in acqua e sembra soffiarsi sulle mani per scaldarsi forse. Un altro ancora, sul bordo del dipinto, è sdraiato su un fianco con un cagnolino alle sue spalle. 
  2. Le figure dei bagnanti, apparentemente disposte in modo casuale, sono in realtà collocate secondo precise linee ortogonali. La composizione è molto semplice: è basata su un taglio diagonale che segue il profilo della sponda del fiume ed accompagna la fuga prospettica verso lo sfondo. Il colore è disposto a frammenti nell’erba, come se derivasse da scomposizione ottica ma, in parte, è colore puro steso ad ampie pennellate. In generale, domina un senso di sospesa immobilità: i personaggi appaiono isolati e silenziosi. Le pose delle figure sono rigide, quasi monumentali. Richiamano il rigore delle statue classiche.

La semplicità delle forme e l’uso di profili regolari chiaramente definiti dalla luce, ricorda il dipinto dell’artista rinascimentale Piero della Francesca con il Battesimo di Cristo, conservato sempre alla National Gallery. Nel suo modo di creare figure viste di profilo, Seurat potrebbe anche essere stato influenzato dall’arte egizia. Un particolare colpisce: manca totalmente la comunicazione tra i personaggi che sembrano tutti persi nei loro pensieri. 

Il Battesimo di Cristo di Piero della Francesca - Arte Svelata
Battesimo di Cristo (1440-50), Piero della Francesca. National Gallery, Londra.

Presentata da Seurat al Salon ufficiale di quell’anno, l’opera fu rifiutata dalla giuria. Della grande tela, infatti, non piacquero né la novità della tecnica né il soggetto e neanche il significato, che risultarono difficilmente classificabili nel confronto con i movimenti precedenti e perfino con l’Impressionismo. Il quadro, infatti, presenta sia elementi legati all’accademia, come le cinque figure in primo piano copiate da modelli in posa nel suo studio, sia motivi desunti dalla poetica impressionista, come i colori, la ripresa en plein air, la luce ed il soggetto proletario.

Seurat, in qualche modo, volle conciliare l’impressione visiva con il rigore della pittura d’atelier e puntò a idealizzare la scena. Egli eliminò i particolari contingenti e spostò un semplice episodio di vita parigina in una sfera immutabile ed eterna, dunque classica.

Pubblicato da Cosimo Guarini

Sono laureato in Beni culturali e mi occupo della realizzazione di contenuti per il web. Gestisco la pagina Facebook L'isola di Omero.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: