PERFORMANCE ART: TEMPO, SPAZIO E CORPO SONO lE FRONTIERE OLTREPASSATE DELL’ARTE

La performance art è un’esibizione presentata al pubblico all’interno di un contesto artistico interdisciplinare.

Si definisce anche come “open-ended“, atti artistici che comprendono elementi di danza, cinema, teatro, video, poesia rappresentati davanti ad un pubblico.

Può essere considerata un’esibizione di performance art qualsiasi situazione che coinvolge quattro elementi di base: tempo, spazio, corpo del performer e una relazione tra performer e pubblico. Rispetto alla fruizione di un’opera d’arte di scultura o di pittura esiste un forte spostamento concettuale e formale, nel senso che nella performance l’azione e il processo costituiscono l’opera, svincolata dalla necessità di essere definita in un prodotto finale oggettuale. 

In foto l’artista Gina Pane (Biarritz, 24 maggio 1939 – Parigi, 5 marzo 1990), che nelle sue performance adoperava il suo corpo per ferirlo,trafiggerlo, oltrepassarlo.

L’ideale di base della performance art era di dar vita ad un’esperienza effimera e autentica sia per gli artisti che per il pubblico, creando un evento irripetibile ed unico.

La performance art è un termine in genere usato per riferirsi ad un’arte concettuale che trasmette un significato basato sul contenuto piuttosto che essere una semplice performance fine a se stessa con l’unico scopo di intrattenere il pubblico.

La parola “performance art” è apparsa per la prima volta intorno agli anni Settanta, anche se forme artistiche di performance art si sono svolte anche prima con i Fluxus, gli Happenings, o con altre rappresentazioni come ad esempio quelle di Aktionismus e con la Body Art dove il corpo è sia protagonista dell’opera che strumento. Tra le artiste che usano abitualmente la performance come forma espressiva è da citare sicuramente Marina Abramovic, protagonista con il compagno Ulay, fin dagli anni Settanta, di numerose performance che vedevano il corpo come protagonista, utilizzato per rappresentare la complessità del rapporto di coppia e temi legati all’identità.

Rosa Araneo per L’isola di Omero

Pubblicato da Cosimo Guarini

Copywriter freelance. Storyteller. Addetto Digital Marketing e Social Media. Professionista dei Beni culturali.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: