VECCHIO CHITARRISTA CIECO: L’EMBLEMA DEL PERIODO BLU DI PICASSO

Quante volte avrete sentito parlare del periodo blu? Chissà com’è nata questa tendenza di Pablo Picasso nel dipingere i propri lavori in questa tonalità…

Forse egli vedeva il mondo di quel colore, oppure, molto più probabilmente voleva enfatizzare ancor di più il gelo che sentiva dentro di se e che intendeva mostrare nei propri quadri.

Infatti, i soggetti che egli dipinse tra il 1901 al 1904 sono perlopù figure tristi, in cui la tonalità prescelta non fa che aggravare la percezione che l’osservatore ha del contesto pittorico . Osservando, per esempio, Poveri in riva al mare (1903) ognuno di noi avverte istintivamente la necessità di aiutare la famiglia raffigurata, o comunque si instatura nel nostro inconscio un senso di colpa.

In tal senso, Picasso è sicuramente un artista sociale che scava nell’istinto e nel subconscio della società mettendoli a nudo.

Tra le opere più note dell’artista di Malaga in questo periodo c’è Vecchio chitarrista cieco, in cui egli raffgura proprio un uomo di età avanzata con i vestiti stracciati e con i capelli bianchi, intento a suonare una chitarra che però mantiene il colore tipico dello strumento musicale.

Il vecchio chitarrista cieco di Picasso: analisi
Vecchio chitarrista cieco (1903) di Pablo Picasso, The Art Institute di Chicago.

Il soggetto sembra essere un mendicante seduto per terra in un angolo di una strada, triste e rassegnato con il capo chino, perso nella melodia. Picasso dipinge gli occhi quasi chiusi, di quella caratteristica struttura tipica delle persone non vedenti.

I visitatori che osservano l’opera presso l’Art Institute di Chicago fungono inconsapevolmente da passanti, come chi cammina lungo la via in cui il menestrello si trova accovacciato. Tale concezione fu sicuramente voluta dal maestro spagnolo, che ha immerso la gente reale che passeggia nel museo americano nel dipinto.

E così noi camminiamo indifferenti, mentre il pover uomo affoga la propria tristezza nell’indifferenza comune, senza che nessuno gli chieda di cosa ha bisogno.

Cosimo Guarini per L’isola di Omero

Pubblicato da Cosimo Guarini

Sono laureato in Beni culturali e mi occupo della realizzazione di contenuti per il web. Gestisco la pagina Facebook L'isola di Omero.

Una opinione su "VECCHIO CHITARRISTA CIECO: L’EMBLEMA DEL PERIODO BLU DI PICASSO"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: